“ROMA MARE” Assohotel
Osservatorio Turistico alberghiero – Lido di Ostia (2019)

Il 2019 è stato un anno altalenante dal punto di vista dei flussi turistici sul Litorale che è in questo senso in linea con l’andamento della Capitale(*):
la partenza (1° trimestre) è stata più lenta sul litorale anche a causa della diminuzione della capacità ricettiva alberghiera: Hotel Aran Blu, Hotel Belvedere, Hotel Lido e in minor quota Hotel La Caravella non erano attivi; la perdita rispetto allo stesso trimestre è stata di circa il 28% con un numero di presenze di circa 35000 RMN (notti vendute)
Il 2° trimestre è sostanzialmente linea con il 2018, con un leggero calo del 5% e un numero di presenze di circa 52000 RMN
mentre nel trimestre estivo, anche grazie alla riapertura dell’Hotel Aran Blu, i numeri tornano a salire, superando il 2018 del circa 32% (circa 57000 RMN).
La nota più dolente tuttavia si registra nel 4° trimestre, che pur iniziando con un buon Ottobre fa registrare un calo sostanziale nei mesi di Novembre e Dicembre (-25% circa 33000 RMN). I dati del 4° trimestre si allineano con l’andamento della Capitale e in generale del mercato italiano.

Per quanto riguarda la permanenza media, anche questo dato è in calo: durante gli anni il Litorale si è sempre distinto per una media superiore alle 2 notti/persona (2.3) rispetto a una media inferiore alle 2 notti della Capitale, grazie soprattutto alla stagione balneare e autunnale mite, che invogliano i turisti europei a soggiornare più a lungo.
Negli ultimi 2/3 anni tuttavia, la mancanza di attrattiva e di servizi ha fatto di Ostia un’altra destinazione “mordi e fuggi”, scelta soprattutto per la vicinanza all’aeroporto. Ora la media di permanenza si assesta a circa 1.6 notti/persona.

L’annata turistica 2019, pur essendo stata “buona” per il mercato turistico in generale (4° trimestre a parte) è stata la 2a annata consecutiva di calo delle presenze sul Litorale, con circa +24% sull’anno 2018 (che a sua volta registrava un -18% sul 2017), a fronte però di 2 annate consecutive da record di presenze per la Capitale.

I mercati di riferimento, oltre all’Italia, sono
Stati Uniti
Germania
Regno Unito
come in tutta Roma
e nel territorio di Ostia spiccano Russia e Scandinavia.

* Fonti: ISTAT, Il Sole 24 Ore, EBTL Rapporto annuale esercizi alberghieri